Perché Lamborghini non fa solo trattori?

lamborghini_350_gt.jpg
 
Non è che uno passa facilmente alla storia perché fa una bella macchina. Le auto son come le donne, belle e senz’animo duran poco! Ci vuole l’uno e ci vuole l’altro.
— Tonino Lamborghini
 

All'inizio degli anni sessanta, Ferruccio Lamborghini, titolare dell'omonima fabbrica di macchinari agricoli, aveva sottoposto a Enzo Ferrari alcune critiche sul cambio e sul differenziale della sua Ferrari 250 GT, alle quali il "patron" della casa di Maranello aveva seccamente risposto: "Che vuol saperne di macchine lei che guida trattori".

Per reazione a questa risposta, Ferruccio decise d'affiancare alla produzione di trattori quella di automobili gran turismo, in grado di far concorrenza alle Ferrari. Dato che l'obiettivo di Lamborghini era quello di costruire un'automobile perfetta anche se non particolarmente rivoluzionaria, si circondò di tecnici d'alto valore.

Ecco una bellissima video intervista di Tonino Lamborghini dove non solo racconta la nascita dell’automobile Lamborghini ma anche la grande abilità del padre che gli ha permesso di fare il salto di qualità da artigiano a imprenditore.

 

Categoria


Tag